La lucidatura delle saldature in acciaio inox è un passo cruciale per garantire non solo un aspetto estetico impeccabile, ma anche la durabilità e la resistenza del materiale. In questo articolo, esploreremo le diverse tecniche di lucidatura, concentrandoci principalmente su lucidatura meccanica ed elettrolucidatura, per capire come eseguire correttamente questo trattamento.

Preparazione della saldatura al trattamento

Prima di procedere con il trattamento è fondamentale preparare la saldatura alla lucidatura. In particolare è necessario assicurarsi che la superficie sia priva di residui di saldatura, ossido e altre impurità. Per una pulizia efficace e completa della zona circostante bisogna utilizzare detergenti specifici per acciaio inox.

Lucidatura meccanica delle saldature inox

Una volta preparata la superficie del manufatto è possibile procedere con la fase successiva. Per eseguire il trattamento di lucidatura possiamo distinguere due diverse metodologie: lucidatura meccanica ed elettrolucidatura. 

La lucidatura meccanica è una tecnica tradizionale che offre la possibilità di agire su aree limitate della superficie e di ottenere risultati personalizzati.

Per eseguire questo trattamento è necessario l’utilizzo di prodotti abrasivi che agiranno sulle irregolarità della superficie fino a rimuoverle. È importante selezionare accuratamente il tipo di grana dell'abrasivo in base al grado di rugosità desiderato. La lucidatura meccanica è efficace nel rimuovere piccoli difetti e nell'ottenere una finitura superficiale liscia.

Durante l’esecuzione della lucidatura meccanica è cruciale eseguire movimenti controllati e regolari per evitare deformazioni della superficie.

Elettrolucidatura delle saldature in acciaio inox

L'elettrolucidatura è invece una metodologia elettrochimica avanzata per eliminare strati superficiali irregolari di metallo. Questa tecnica prevede l’immersione del manufatto in una soluzione acida con un passaggio di corrente elettrica.

L'elettrolucidatura offre numerosi vantaggi, tra cui una maggiore precisione e uniformità nella finitura, permettendo di ottenere una superficie pulita, levigata e passivata. Questo processo produce una finitura brillante oltre ad aumentare la resistenza alla corrosione del manufatto.

Una volta concluso il trattamento, sia nel caso dell’elettrolucidatura che della lucidatura meccanica è fondamentale eseguire la pulizia della saldatura per eliminare eventuali residui.

La scelta tra lucidatura meccanica ed elettrolucidatura dipende dalle esigenze specifiche dettate dal tipo di manufatto e di saldatura eseguita. Ecco perché affidarsi ad esperti dell’acciaio inox e del suo trattamento può essere determinante per un risultato soddisfacente.

Macchine per elettrolucidatura inox, quali scegliere per i tuoi manufatti?

La lucidatura delle saldature è un passaggio fondamentale ma spesso tralasciato a causa del tempo di esecuzione o dei costi. Nonostante ciò è possibile eseguire questo trattamento in maniera efficace e totalmente autonoma, grazie alla macchine elettrochimiche targate Delmet.

Le nostre DLT e CGT sono impianti portatili ideali per il trattamento delle saldature su manufatti inox, duplex e superduplex. Oltre a garantire risultati ottimali permettono di risparmiare tempo e denaro assicurandosi flessibilità e facilità di utilizzo.

Visita la pagina dedicata per maggiori informazioni.

Previous PostNomenclatura acciai AISI: cosa significa e quali sono le differenze?